11 settembre 2007

e allora che mi racconti?
ti racconto che il ragù per essere un buon ragù ha bisogno di tempo per farsi, ti racconto di sguardi che si fissano allo specchio e segni di matita che ne lasciano traccia. Esisto. Cazzo finalmente esisto! mio fratello si è preso uno schiaffo e li ha scoperto di esistere. io sono arrivato per secondo ma gliel'ho dato più forte, quelli che proprio ti svegliano...quelli che ti fanno dire. "cazzo ma cosa sto combinando?" E allora ben vengano gli schiaffi. "dove cazzo sto andando?" e allora ben vengano gli schiaffi, "cazzo ma allora esisto?!" e allora ben vengano gli sbarleffi. quanti me ne sono presi, quanti te ne sei presi e quanti te ne prenderai ciccio...sai quanti. Alzati e cammina...e non girarti, cammina e sii felice di esistere, sia anche con le vesciche ai piedi, sia anche con le lacrime agli occhi, esisti cazzo esisiti! "Lo senti questo profumo d'erba tagliata?, le vedi le nuvole?, la senti la pioggia che ti bagna? e questo sole che ti brucia? Lo senti?, lo vedi?....allora svegliati.

esisti.

il sorriso è l'unica arma che abbiamo per sconfiggere il male, il male tornerà fidati....tornerà e forse farà ancora più male, basta andare dal dentista e prepararsi...con un bel sorriso sconfiggeremo anche quello.

mi sembra di girare.
quelle sensazioni che ho fin dall'infanzia...
quando sento le parole girare mi sento di vivere
e il resto diventa marginale.

scrivere diventa banale.

1 commento:

memole ha detto...

Bello....
Voglio vedere la tartaruga!!!
Bacio