06 aprile 2006

impotente.
eppur domenica credevo di morire, tra le papere le mie gambe si stiravano. seduto sul bordo incrociavo lo sguardo fino a diventare cieco. mi tappavo le orecchie per non sentire gli schiamazzi. Sulla collina giocano due ragazzi a palla, tre ragazze guardano e commentano, una di loro calcia la palla mentre risponde al telefono...io la guardo, lei mi guarda. due coppie di fidanzati si abbracciano. il cane al guinzaglio porta a spasso i padroni e io non riesco a muovermi. mi manca, mi manca tutto.
E' incredibile come all'improvviso mi manchi tutto anche il fiato anche l'appetito anche la voglia di specchiarmi, anche la voglia di addormentarmi. mi sdraio a terra nell'erba fresca, l'aria gelata delle otto mi entra dalle maniche, dal collo, dalle braghe. congelo. immobile. impotente.

tienimi le mani piccolo mio, ora che il tuo papà ti pensa tienigli le mani.
accompagno le nuvole nel cielo quando i colori si fanno rosa arancio.

immobile penso, penso a due piedi strabici che si guardano, mani in tasca mi coccolo, libro in mano mi alzo e vado.
Quando penso a due piedi strabici mi coccolo sempre, quando penso a lui mi coccolo sempre, mi da forza pensare a lui.
Espiamo dice Davide, e allora i centri commerciali fungono da confessionali, da conventi dove ritirarsi a espiare le proprie colpe. Cammino e penso lontano e mi ritrovo vicino, sul percorso battuto dai passi dove non cresce più erba...mi rirovo ad inseguire un karateka che ogni due passi fa un salto mortale poi all'improvviso torna normale.

impotente
immobile

4 commenti:

barbara ha detto...

a volte mi sento strano, altre volte sento che strano è tutto il resto..e altre volte sento strano quello che sento e giusto quello che penso...invece poi è strano quello che penso e giusto quello che sento. Io non so quali siano i fili che colleghino il cervello al cuore, se ci sono fili o solo vene dove scorre solo sangue...neuroni in libertà a sbattermi nel cervelletto, ormoni a flotte che mi gonfiano il petto. Io mi sento di poter dire che...non ci ho ancora capito niente. Intanto aspetto il tecnico...o il dottore?

l'ha scritto un mio amico, non so, forse lo riconosci

giuio ha detto...

grande.

barbara ha detto...

menomale che c'è google! là siamo tutti in freezer, trentaremi, io5 e il resto.
sospesi tra il prima e il dopo.>> nuvolenere. cerchi ancora di suicidarti con le papere 'virate'?

giuio ha detto...

rido...il tuo effetto.
grande